venerdì, agosto 01, 2008

Progettare applicazioni per il social networking

Sviluppare applicazioni orientate al sociale è complesso. Non addolcirò la pillola, creare un’applicazione in grado di generare un buona viralità ed un interesse da parte di molto pubblico è un processo complesso e richiede spesso molta esperienza, ovviamente in campi che non hanno nulla a che fare con la programmazione spicciola.

Un’applicazione di successo deve attrarre l’interesse dei nuovi utenti, mantenere alta l’attenzione degli utenti esistenti e consentire una rapida espansione della gamma di utenza tramite l’uso della rete sociale. Stiamo o no utilizzando un social network?

Per fare ciò esistono alcuni caposaldi che è bene rispettare. Vediamo quali sono i più interessanti.

  1. Chiara e decisa La vostra applicazione sarà valutata nel giro di 30 secondi al massimo. Puntate quindi sulla chiarezza e mostrate il valore aggiunto della vostra applicazione. Evitate di perdere tempo con funzionalità avanzate nei primi istanti, dimostrate piuttosto perchè si dovrebbe installare la vostra applicazione.
  2. Contenuti dinamici Aggiornate quotidianamente i contenuti della vostra applicazione, anche con le attività del network dell’utente, per ottenere la massima resa. Un’applicazione frizzante e dinamica vi consentirà di mantenere il vostro gruppo di utenti e di acquisirne di nuovi.
  3. Rispecchiare l’utente Le migliori applicazioni social sono quello che consentono all’utente di rispecchiarsi con essa, nell’indentità, nei gusti e negli interessi. Fate in modo che l’utente possa trovare i suoi amici, navigare tra i suoi hobby preferiti e scoprire il grafo di utenza secondo i suoi gusti preferiti.
  4. Cosa fanno i miei amici? Social networking è porsi questa domanda. Le attività degli amici dell’utente devono essere sempre messe in risalto. Vedere cosa fa un amico, coinvolge nell’uso dell’applicazione e soprattutto la diffonde.
  5. Risolvete problemi reali Applicazioni divertenti e giochi dopo un po’ finiscono di essere utili e di attrarre l’interesse. Concentratevi invece sulla soluzione di problemi reali: che disco mi compro se mi piace questo genere? che libro potrebbe piacermi? quale locale scelgo stasera?

Questi sono ovviamente solo alcuni dei punti che si devono osservare. La destinazione dell’applicazione inoltre influenza la grafica, il modello di interazione e il modo in cui è organizzata la rete sociale. Sono aspetti da non sottovalutare, che ovviamente non possono essere trattati in questa sede.

Happy hacking!

Eduard Roccatello www.roccatello.it

1 commento:

Enrico Giubertoni ha detto...

Concordo in pieno. La tua guida è ben fatta: in poche parole dice molto.

Io aggiungerei un'altra cosa: la applicazione Sociale ideale deve essere appunto sociale. Deve esserci un nucleo di utenti già presenti.

Altrimenti è come una festa con tutto perfetto, ma senza le persone.