giovedì, febbraio 09, 2006

Strategie blogger oriented e vino

Se a quanto pare regalare bottiglie ai giornalisti non basta più per ottenere un pezzo sulla propria azienda vinicola, risultati molto migliori si ottengono regalando bottiglie ai blogger!!!

E’ questo sostiene l’azienda sudafricana Stormhoek, che proprio attraverso i blog è riuscita a incrementare le sue vendite nel Regno Unito. Come ha fatto? Ha selezionato 75 blogger che col vino nulla avevano a che fare, e ha inviato loro due bottiglie di vino (con etichetta personalizzata) certa che poi ne avrebbero parlato, e che i loro lettori si sarebbero affidati al giudizio dei blogger in questione.
Il target: blogger stanziati in Gran Bretagna, Francia e Irlanda, senza distinzione di traffico, ma con un blog esistente da più di tre mesi e sempre aggiornato.
Dovevano aver raggiunto la maggiore età (per bere alcolici), ma non avevano nessun obbligo di parlare dell'azienda, né tanto meno di parlarne bene.
I risultati sono presto arrivati e la campagna ha contribuito a un raddoppiamento delle vendite (da 50.000 del 2004 a 100.000 del 2005 nel Regno Unito). Questi vini, che si trovano nell'affollatissima fascia di prezzo dei 7,50-10,00 euro sono riusciti insomma a farsi notare proprio grazie ai regali - guadagnandosi la distribuzione anche in grandi catene come Sainsbury's. Quindi niente più regali ai giornalisti, ma ben vengano quelli ai blogger! :)

Dietro a questa idea c'è Hugh Macleod, una di quelle persone dalle mille attività impossibili da riassumere in una solo parola, ma che, tra le tante cose che fa, disegna vignette sul retro dei biglietti da visita, alla faccia di quelli gratis di Vistacard!!!

Slawka G. Scarso Marketing del Vino

Nessun commento: