lunedì, ottobre 17, 2005

Internet e i media tradizionali bramano e vivono di novità

Tratto dal minibook gratuito I Comunicati Stampa La via più breve e duratura per far conoscere la propria azienda di Fabrizio Pivari fabrizio@pivari.com.

I telegiornali sono sequenze di scoop, i giornali della sera sono solo titoli e quelli da metrò poco di più.
I media bramano scoop, servizi esclusivi, articoli che attirino l'attenzione e sono disposti, a volte, anche a pubblicare articoli veritieri e/o parziali (solo gli aspetti significativi di un evento).
Eppure, tale approccio conferisce ai media tradizionali un grosso successo (sembra che sia proprio quello che la gente vuole) e la tendenza è ad esasperare sempre più questo aspetto.
Internet è un supermedia e, come tale, utilizza le stesse dinamiche.
Inoltre, essendo internet per lo più fondata su siti di grosse aziende informatiche, è ovvio che dia anche grande risalto a news di grandi aziende informatiche (e non). In internet, c'è molto spazio per la pubblicazione di scoop e news aziendali che, dai media tradizionali, vengono spesso relegate in secondo piano.
Ad esempio, l'uscita di IE 7.0 sarà sicuramente pubblicata in ogni portale internet, mentre nei media tradizionali sarà confinata in quelli attinenti al mondo informatico e poco più.

Un esempio della possibilità offerta da internet?
Le Press Release (Comunicati Stampa) in Internet riescono a passare (soprattutto se in lingua inglese) in Google News, Yahoo News, MSN News, Excite News, ...
Ovvero una news aziendale è spesso equiparata ad una news tradizionale e passa negli stessi portali (anche se in sezioni differenti).
Bisogna tenere però presente che è sempre più difficile dare ad una news aziendale il giusto risalto e sono necessari investimenti (anche se al momento irrisori rispetto a quelli richiesti dai media tradizionali).
Anche per internet è finita l'epoca del tutto gratis.

Nessun commento: