martedì, agosto 30, 2005

Recensione Windows Vista Beta 1

Here we go!
Dopo diversi tentativi sono riuscito ad ottenere il Product Key per installare la Beta 1 di Windows Vista, il nuovo sistema operativo Microsoft che vedrà la luce nel 2006.

Ma... dato che è una beta, e non mi andava di creare problemi al mio portatile, ho pensato di installarlo su una macchina virtuale di Microsoft Virtual PC 2004. Ho quindi preparato una macchina virtuale, l'ho fatta bootare dal DVD di Windows Vista e... l'installer NON riesce a partizionare il disco virtuale.
Mmmm... come fare?
Idea! Ho installato una virtual machine con Windows XP Pro SP2 (che partiziona benissimo il disco), ed ho installato subito dopo Windows Vista (che trovandosi il disco già partizionato non ha fatto una piega)

Ok, parte l'installazione e... il tempo necessario per l'installazione è stato BIBLICO, forse anche a causa dell'essere su una macchina virtuale.
Comunque, in un paio d'ore è riuscita a terminare...

Clicca sulle immagini per ingrandirle
Windows Vista 01

Purtroppo, causa le "precarie" risorse hardware a disposizione (ho dovuto dedicare a Windows Vista almeno 512 MB di memoria sulla macchina virtuale, tolta alla memoria del portatile che già fa girare Windows XP) non potrò farvi vedere alcune caratteristiche "spettacolari" di Windows Vista e della nuova interfaccia Aero (tipo la translucescenza delle finestre).
Ho avuto anche qualche problema con i driver della scheda video, e questo sarà un problema comune, in futuro, a meno che i produttori di driver non decidano di anticipare i tempi e cominciare a sviluppare driver in anticipo. Del resto è già disponibile sull'MSDN il Longhorn Driver Development Kit per gli sviluppatori.

Veniamo alle "novità" di Windows Vista:
oltre alla nuova interfaccia Aero (che sostituisce il tema Luna di Windows XP), molte novità sono "sotto il vestito" come Avalon (il nuovo sottosistema grafico) ed Indigo (nuovo sottosistema di comunicazioni), e altre che non è ancora chiaro se verranno introdotte in Windows Vista (come il nuovo file system WinFS).
Salta subito agli occhi la nuova dimensione delle icone, che renderà felici gli ipovedenti, così come il cestino "animato", che si riempie di cartaccia man mano che i file vengono eliminati.

Windows Vista 02

Il menù START si presenta rinnovato, così come nuova è l'inconsueta apertura dei diversi sottomenù all'interno del menù START principale (invece di aprirsi a tendina di lato, come in Windows XP).
Questa scelta potrebbe disorientare, all'inizio, e sono curioso di vedere come verranno gestite lunghe liste di applicazioni, che normalmente farebbero "scrollare" la tendina per diversi secondi.

Windows Vista 03
Windows Vista 04

Anche la gestione delle cartelle è cambiata, e molto.
Adesso a fianco alle cartelle "reali" ci sono anche le cartelle "virtuali"...
Una cartella "virtuale" non è altro che un "contenitore" basato su XML con all'interno link a file ed altre cartelle (reali o virtuali).

Windows Vista 05

Un esempio di cartelle "virtuali" sono le cartelle Pictures e Music, che "raggruppano" in un unico contenitore file sparsi sull'intero disco rigido. Inoltre, la cartelle virtuali sono "intelligenti", ovvero si aggiornano automaticamente mentre aggiungete o togliete file. Ad esempio, nello screenshot sottostante, la cartella Pictures contiene file che "fisicamente" sono in cartelle "reali" diverse.
Inoltre, si possono creare cartelle "virtuali" basate su attributi dei file come i tag ID3 dei file mp3 (in modo da creare delle cartelle virtuali "per autori" o per "genere", tenendo comunque i file separati in cartelle "reali" in ordine alfabetico, ad esempio) o gli attributi dei file video.

Windows Vista 06
Windows Vista 07

Anche il Pannello di Controllo è cambiato ed ora offre un raggruppamento più "intelligente", così come è cambiata la shell di Esplora Risorse (per fare spazio anche alle cartelle virtuali, chiaramente visibili sulla sinistra della finestra ed indicate da un triangolino).
Inoltre, è cambiato il percorso della directory "Documenti", che non fa più capo al percorso "Documents and settings\User\Documenti", ma ad una directory "Users" nella root del disco, in stile *nix like, e che conterrà tutte le home directory degli utenti creati.

Windows Vista 08
Windows Vista 09

Windows Vista, inoltre, arriva equipaggiato del nuovo Internet Explorer 7, che promette un supporto migliorato agli standard del web, ed introduce finalmente la navigazione a tabs (come Mozilla Firefox, per intenderci) ed un lettore di feed RSS. Per una descrizione dettagliata delle nuove feature di IE7, potete leggere quest'articolo di Simone Messina su questo blog.
Personalmente trovo la disposizione dei pulsanti e delle toolbar della nuova interfaccia abbastanza "agghiacciante" e dispersiva, e spero venga modificata nelle prossime release.

Windows Vista 10
Windows Vista 11

Un ultima parola su una nuova ed interessante funzione di Windows Vista, la UAP (User Account Protection).
In estrema sintesi, attivando questa feature direttamente dal menù START, sarà necessario inserire la password di amministratore ogni volta che è necessario compiere operazioni "potenzialmente pericolose" per il sistema.
In pratica, abbassa il livello dell'utente loggato a "utente con limitazioni" senza dover passare per menù e applet varie e contribuendo quindi a rendere un po' più sicura la vita degli utenti, che normalmente utilizzerebbero la loro macchina con privilegi amministrativi.

Windows Vista 12

Conclusione:
interessante. Molto deve essere fatto ancora, ma le premesse sono buone. C'è ancora qualche bug (io ne ho trovato uno nella gestione delle impostazioni delle schede di rete, che riporterò a Microsoft più tardi). Tutto questo, però, senza tener conto di eventuali "tagliole" e limiti alla libertà personale che Microsoft potrebbe introdurre nella versione definitiva di Windows Vista per cercare di ridurre pirateria del software o audio/video, e che potrebbe rivelarsi un boomerang potenzialmente MOLTO dannoso per Microsoft. Gli utenti sono molto sensibili alla propria sicurezza, ma lo sono ancora di più alla propria privacy ed ai loro diritti di fare quello che vogliono con il loro computer, ed impedirgli di utilizzarlo "al 100%" potrebbe spingere tanti utenti a restare con sistemi "meno rigidi" come Windows XP, o migrare a sistemi Linux (con estrema gioia dei sostenitori di questo sistema operativo).

Windows Vista 13

Un articolo di Giovy

1 commento:

Goldmund ha detto...

Chi fosse interessato ad un aggiornamento con la descrizione delle funzionalità della versione definitiva di Windows Vista, che ho provato in questi giorni in versione Home Premium, può leggere
la mia recensione di Windows Vista