lunedì, dicembre 20, 2004

La scelta del dominio

La scelta del dominio è importantissima e spesso decisa senza riflettere.
Il domino sarà il futuro brand internet e forse dovrebbe meritare una riflessione accurata.

Vi sono alcuni casi in cui la scelta è molto semplice: ovvero se il brand reale è semplice e l'equivalente brand internet non è già stato occupato l'unica scelta da fare è l'estensione.

Ovvero nel caso di Pivari, potevo scegliere Pivari.it, Pivari.com, Pivari.biz, ...

Dal mio punto di vista la scelta dell'estensione dipende dal settore merceologico, se il settore merceologico è un settore dove il brand "made in Italy" è forte (moda, cibo, turismo, ...) meglio scegliere .it, in settori dove il brand "made in Italy" è debole o inesistente (tecnologia, turismo, ...) è meglio scegliere (.com o a limite .biz) e a volte far sembrare il sito non italiano.

Nel caso di brand reali complessi (ad esempio Azienda Agrituristica Il Panorama) o di nomi societari molto utilizzati (Rossi S.p.A.) la scelta del dominio è molto delicata.

Alcuni pratici suggerimenti:

  • Evitate di introdurre la ragione sociale nel brand internet (ad esempio rossispa.it or rossisrl.it). La ragione sociale fuori d'Italia non ha alcun senso (ovvero all'estero le sigle sono differenti per indicare analoghe tipologie di aziende).
  • Evitate di scegliere un dominio chilometrico (nell'esempio precedente aziendaagrituristicailpanorama.it)
  • Nel caso di un sito anche per il mercato estero e di società con nomi come Z.Z.Z. evitate di scegliere un dominio come zetazetazeta.it
  • Nel caso di dominio formato da più parole scrivetelo sempre evidenziando la nuova parola con la lettera maiuscola (nell'esempio precedente AziendaAgrituristicaIlPanorama.it)
  • Nel caso abbiate scelto un dominio formato da due o più parole di rilievo anche per la futura ricerca sui motori di ricerca separatele con un trattino (-) ad esempio vendita-automobili.it.
  • In alcuni casi cambiare il brand reale in quello internet può essere molto vantaggioso. Ad esempio se mi presento come Pivari.com è scontato che ogni informazione ulteriore sarà disponibile nel sito http://www.pivari.com/.

Fabrizio Pivari

1 commento:

Anonimo ha detto...

aggiungerei:
- evitate di inserire numeri quando non strettamente necessari
- evitate "h" "k" e altre lettere non "italiane"

altrimenti è molto difficile trasmettere per via orale il dominio... pensate solo alla pubblicità radiofonica.
gluca
[mini]marketing.it