martedì, settembre 28, 2004

Decalogo per siti di successo

Di seguito un decalogo di suggerimenti che i siti di successo dovrebbero seguire. I punti sono in ordine di importanza anche se l'ordine è pensato per un target domestico generico (nel caso di un target aziendale o di una precisa fascia di età o in altri casi l'ordine va completamente rivisto):

  1. Velocità di caricamento sito/applicazione (bisogna tenere presente che in Italia il target medio non aziendale ha a disposizione una connessione modem. I modem di ultima generazione sono a 56kb e la qualità della connessione è sempre molto inferiore). Questo punto rientra nell'Accessibilità.
    Qualora la home page o le pagine di un'applicazione risultino lente (20, 30 sec) l'utente, se non obbligato, abbandonerà il sito e probabilmente non lo visiterà più.
  2. Il sito deve essere indicizzabile. Il sito più bello del mondo se non è visibile dai motori di ricerca sarà un sito irraggiungibile. Le pagine di un sito non possono avere Google PR 0 su 10. Questo punto può rientrare in una visione di un'Accessibilità estesa.
  3. Usabilità del sito: il sito deve risultare piacevole ma nello stesso tempo immediato per la ricerca dei contenuti desiderati e navigabile.
  4. Leggibilità: il sito deve risultare leggibile meglio se anche a daltonici e miopi. Questo punto rientra nell'Accessibilità.
  5. Multimedialità: nel caso di un target giovane il sito deve essere frizzante, multimediale e interattivo (questo punto se entra in conflitto con il punto successivo e alcuni punti precedenti, può riguardare target diversi)
  6. Il sito deve poter essere visto anche con vecchie versioni di browser e con browser non Microsoft. Questo punto rientra nell'Accessibilità.
  7. Il sito, a questo punto, dovrebbe essere mediamente Accessibile e mediamente Usabile: ora vi devono essere presenti i contenuti.
  8. I contenuti devono essere aggiornati se si vuole che il target possa ritornare periodicamente. Non possono essere presenti pagine in costruzione, non può l'ultima news risalire a 6 mesi fa o ancora precedente. Il sito non deve sapere di muffa!
  9. Alcuni siti (sarebbe meglio tutti) devono essere accessibili a fruitori svantaggiati! Ai portatori di handicap (non vedenti, sordi, daltonici, ...), a persone che conoscono poco la nostra lingua o hanno un basso livello culturale.
  10. In alcuni casi i siti devono risultare accessibili anche ad utenti forniti non di pc standard: ad esempio PC obsoleti, palmari, cellulari, televisione, consolle, ...

Fabrizio Pivari

Nessun commento: